BrainOnRoad e la Sicurezza Stradale sul piccolo schermo

BrainOnRoad e la Sicurezza Stradale sul piccolo schermo

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email

Link diretto alla registrazione completa dell’intervista.

E’ abbastanza normale riscontrare l’attenzione del pubblico quando l’argomento è la Sicurezza Stradale. Tutti oggi sono in qualche modo sensibili a questo tema, specie il mondo dei giovani, e la scuola in particolare. A questo noi di BrainOnRoad siamo abituati, visto che è proprio a quel mondo che ci rivolgiamo. Altra cosa è quando ad invitarti è un emittente televisiva del piccolo schermo; in queste occasioni riusciamo a percepire ancora più chiaramente quanto il nostro impegno a portare la Sicurezza Stradale al pubblico stia raggiungendo i risultati sperati.

Si è da poco concluso il 1° convegno “In-Sicurezza sulla strada”, organizzato insieme agli amici di AVIS, che già riceviamo la prima richiesta di parlarne in TV. L’emittente in questione è Tele Iride, una importante ed attivissima realtà locale, che porta al pubblico temi di attualità e di cronaca relativi alla regione Toscana. L’invito è per un’intervista in cui poter raccontare i principali argomenti discussi nel convegno e, soprattutto, per poter portare sul piccolo schermo l’importantissimo tema della Sicurezza Stradale.

A due giorni dal convegno, siamo già sul piccolo schermo per un’intervista a Tele Iride.

E’ lunedì 29 febbraio, raggiungiamo la sede di Tele Iride a Barberino del Mugello insieme all’amico Luca Gorrone, Presidente di Avis Sesto Fiorentino. Qualche minuto di attesa e siamo già intorno al tavolo con il giornalista che ci intervisterà. Piccolo briefing per allinearci sul tema del convegno e dell’intervista e poi si parte. Telecamere accese, studio pronto e via all’intervista.

Dalla sala di regia chiamano tutte le prove tecniche, microfono, inquadratura, luci ed ecco che il servizio può partire. Iniziamo dal convegno, raccontando cosa ci ha portato ad organizzarlo e quali ne sono stai i contenuti principali. Ogni occasione è buona per parlare più in generale di Sicurezza Stradale, iniziando proprio dalle statistiche che l’Istat pubblica ogni anno sull’incidentalità stradale in Italia. Abbiamo l’occasione di raccontare a tutto il pubblico del piccolo schermo che l’Italia è circa nella media rispetto agli altri paesi europei. Abbiamo anche l’occasione di mostrare la forte correlazione che c’è stata negli ultimi 6 anni tra la riduzione del numero di incidenti con feriti ed il minore uso che facciamo tutti noi dei nostri veicoli.

Alcuni dati statistici sono poco noti al pubblico, e il piccolo schermo ci dà l’occasione di poterli diffondere.

Esaurita la fredda, e purtroppo triste, statistica andiamo sui contenuti del convegno. Ricordiamo che è stato organizzato grazie al patrocinio di importanti organi pubblici e grazie al contributo di numerose organizzazione che hanno sposato fin dal primo momento la causa della Sicurezza Stradale. Una particolare gratitudine va a tutti i volontari che hanno supportato ed aiutato l’allestimento e la preparazione, affinché tutto potesse funzionare nel modo migliore senza problemi e senza contrattempi.

La presenza di 14 relatori, ognuno rappresentante di eccellenza di una disciplina correlata con la Sicurezza Stradale, ha reso il convegno particolarmente interessante ed eclettico. Ed ha permesso di suddividere in due parti ben distinte il convegno stesso. La prima, in cui è stata data voce a tutte le figure che oggi danno il massimo dell’impegno per intervenire a valle di un incidente stradale. La seconda, in cui è stato illustrato cosa è possibile fare già oggi affinché l’incidente stradale non si verifichi. Essendo quest’ultima la parte per definizione territorio di BrainOnRoad.

Dobbiamo impegnarci sempre più per diffondere la Guida a Controllo Intuitivo, e il piccolo schermo è un’occasione da non perdere.

Chiuso il tema del convegno, possiamo dedicarci a raccontare agli ascoltatori cosa è la Guida a Controllo Intuitivo, spiegando quali sono le basi per cui è nata e portando qualche piccolo esempio per far capire più in concreto come si sviluppa. E’ lo stesso intervistatore che resta colpito dal modo così nuovo e affascinante di fare Sicurezza Stradale, tant’è che si trova costretto a perdonare l’amico Luca di aver lasciato troppo spazio a noi per farcelo raccontare.

E il bello deve ancora arrivare! Infatti non abbiamo ancora incasellato il metodo BrainOnRoad nel contesto del nostro pubblico. Appena riusciamo a spiegare che il nostro target sono i ragazzi delle scuole in età da prima patente, la curiosità va ancora oltre. Così possiamo chiarire come sia possibile parlare un linguaggio adeguato anche a quei giovani guidatori. Come sia possibile farsi ascoltare anche da chi troppo spesso vede la Sicurezza Stradale come una cosa noiosa ed inutile! Fondamentale è incuriosire, far divertire ed intrigare anche se l’argomento è serio. Ecco il segreto dei corsi e dei seminari BrainOnRoad.

Lo spazio finale è per i progetti futuri, e noi siamo lieti di ricordarli.

Chi conosce BrainOnRoad lo sa bene. Il nostro obiettivo è raggiungere gli studenti delle scuole superiori in numero sempre maggiore. E questo è ciò che abbiamo dichiarato anche al piccolo schermo. Il nostro importantissimo progetto GuidarEvoluzione sta raggiungendo sempre più scuole superiori, e nei prossimi mesi lo farà cercando il supporto delle istituzioni pubbliche. In questo modo sarà possibile per migliaia e migliaia di giovani neopatentati poter ascoltare cosa BrainOnRoad può fare per loro anche durante le poche ore di un’assemblea d’Istituto.

Ci siamo, l’intervista volge al termine. Anche se abbiamo avuto più di mezz’ora per poter raccontare, i minuti sembrano volati. Siamo grati di aver avuto questa occasione e ci ripromettiamo con Tele Iride di tornare a raccontare meglio il nostro metodo, la Guida a Controllo Intuitivo, e di mantenere alta l’attenzione sul tema della Sicurezza Stradale.

Grazie Tele Iride e grazie agli amici di Avis.

A questo link potrete trovare la registrazione completa dell’intervista.

FB Brain On Road



Se ti occupi di Sicurezza e Salute sul Lavoro, scopri come possiamo lavorare insieme per portare la sicurezza stradale nel mondo delle aziende.

SCOPRI

NOVITA'

Se ti occupi di Sicurezza e Salute sul Lavoro, scopri come possiamo lavorare insieme per portare la sicurezza stradale nel mondo delle aziende.

 

SCOPRI